Attività e Progetti

Attuazione 4° Piano Sangue e Plasma Regionale

Il 4° Piano Sangue e Plasma Regionale prevede un’azione di riordino del sistema trasfusionale veneto su alcuni indirizzi, mutuati dal 2° Piano sangue nazionale (DM 1/3/2000), dalla normativa europea... continua

 

IL CRAT

Il CRAT è la struttura individuata dalla Programmazione regionale (in particolare v. IV Piano Sangue e Plasma regionale 2004-2006), nonché sulla base dell'art. 6 comma c della Legge nazionale 219/2005 ("Nuova disciplina delle attività trasfusionali e della produzione nazionale degli emoderivati"),a garantire da un lato il coordinamento intraregionale ed interregionale delle attività trasfusionali...

continua

Funzioni

Realizzare il coordinamento del sistema trasfusionale nell'ottica dell'omogeneizzazione e standardizzazione organizzativa, utilizzando il modello dipartimentale definito dal 4° Piano Sangue... continua

Compiti

Definire a seguito della programmazione annuale il fabbisogno regionale di emocomponenti e di plasma per plasmaderivati, tenuto conto anche delle indicazioni derivanti dalla pianificazione nazionale... continua

AIP

Tra le varie attività assegnate al CRAT particolarmente significativa è la gestione amministrativa e contabile dell'Accordo Interregionale per la Plasmaderivazione (AIP)... continua

La qualità

Negli ultimi mesi del 2006 il CRAT si è attivato al fine di intraprendere un percorso di sviluppo della certificazione della propria attività secondo la norma ISO... continua



News

Proroga convenzione Kedrion 1° luglio 2016 – 30 aprile 2017 e gestione fase di chiusura dell’AIP. Pubblicata la DGR n. 1275 del 09.08.2016


30-08-2016 - E' stata pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 84 la DGR n. 1275 del 09.08.2016, ad oggetto “Proroga della convenzione 2005-2006 con la Ditta Kedrion S.p.A. per il servizio relativo al ritiro, trasferimento nello stabilimento di lavorazione, trasformazione del plasma conferito dalle Strutture trasfusionali dell'Accordo Interregionale per la Plasmaderivazione (AIP), nonché produzione, stoccaggio e consegna di emoderivati. Periodo 01.07.2016-30.04.2017. Assunzione della gestione amministrativa della convenzione con la Ditta di plasmaderivazione da parte delle Regioni Emilia Romagna e Toscana con decorrenza 01.01.2017.” L'Ufficio di Coordinamento ha provveduto all'inoltro dell'atto della Giunta Regionale del Veneto alle Regioni/PP.AA. dell'AIP.

Comunicato stampa Emergenza terremoto: Il CNS e le quattro Associazioni di volontari italiani del sangue AVIS, CRI, FIDAS, Fratres, invitano i donatori su tutto il territorio nazionale a programmare la propria donazione


24 Agosto 2016. In seguito al terremoto che questa notte ha colpito le Regioni del Centro Italia, il Centro Nazionale Sangue (CNS), fin dalle prime ore della mattina, ha attivato il “Piano strategico nazionale per il supporto trasfusionale nelle maxi emergenze” per far fronte alle eventuali necessità trasfusionali dei feriti nelle Province interessate. Attraverso la Bacheca nazionale per le maxi-emergenze, istituita dal CNS come strumento per il coordinamento dei meccanismi di compensazione e scambio interregionale di unità di sangue in caso di eventi sanitari straordinari, è stata immediatamente resa disponibile alle Regioni Lazio, Marche e Abruzzo una scorta di sangue nazionale ma non si è verificata la necessità di movimentare tali unità di sangue. Al fine di avere un monitoraggio costante del fabbisogno locale di sangue e intraprendere le necessarie azioni, le Strutture regionali di coordinamento per le attività trasfusionali delle Regioni interessate sono in collegamento diretto con il CNS e con le Associazioni locali dei donatori volontari di sangue. Nei territori interessati, in particolare il Lazio, Regione maggiormente colpita dal sisma, sono state attivate procedure straordinarie per l’accoglienza dei donatori. In molti in queste ore si stanno recando presso le Strutture Trasfusionali per effettuare la donazione raccogliendo gli appelli circolati sui social e ripresi dai principali media nazionali. Le numerose offerte di disponibilità da parte dei cittadini per sostenere le necessità trasfusionali sono il segno della grande generosità di tutta la popolazione. Tuttavia Il CNS e le quattro Associazioni di volontari italiani del sangue AVIS, Croce Rossa Italiana, FIDAS, Fratres, invitano i donatori su tutto il territorio nazionale a programmare la propria donazione contattando l’associazione e/o il servizio trasfusionale di riferimento, in modo da prevenire sia eccedenze sia carenze di emocomponenti. La “chiamata del donatore” è un utile e importante strumento di programmazione e fidelizzazione che permette di regolare l’afflusso dei donatori per giornata, per settimana e per mese consentendo di soddisfare i fabbisogni ordinari di emocomponenti, anche mediante il loro razionale e appropriato utilizzo, e di costituire e mantenere le scorte strategiche destinate alla gestione dei fabbisogni trasfusionali straordinari in caso di emergenze.

Le malattie onco-ematologiche e i trapianti di cellule staminali emopoietiche


Convegno: Le malattie onco-ematologiche e i trapianti di cellule staminali emopoietiche Venezia, sabato 14 maggio 2016, ore 9 - 13 Università Ca’ Foscari di Venezia, Campus di San Giobbe E' stato accreditato per 4 punti ECM. Le domande di adesione dovranno pervenire via mail o tramite fax alla segreteria organizzativa entro il 30 aprile. Altre informazioni e aggiornamenti sul sito: www.donatori-admor-adoces.it

Area Riservata

 

RIcerca normative o attività

 

Atto di convegno

Il ruolo della Programmazione regionale e le opportunità offerte dalla esportazione per fini umanitari nella gestione delle eccedenze

scarica il pdf